Orgasmo femminile: 7 cose da sapere

escort torino

Gli orgasmi femminili sono stati spesso chiamati "La petite mort" o "piccola morte", tuttavia, non c'è nulla di limitato o scarno negli orgasmi femminili . In effetti, gli orgasmi possono manifestarsi in un'ampia varietà di incarnazioni e sensazioni su quasi tutte le parti del corpo, dalla contrazione rapida e rilascio di orgasmi di tipo starnuto, a più ampie "O" di tutto il corpo e alle esperienze del corpo esterno. La sessuologa pioniera ed ex pornostar Annie Sprinkle sostiene che esistono sette tipi di orgasmi femminili e crede che gli orgasmi siano come granelli di sabbia, in quanto nessuno è uguale all'altro.

#1 Orgasmo clitorideo

Il clitoride è la fonte primaria del piacere sessuale femminile ed è l'unico organo creato esclusivamente per il piacere. Il glande contiene 8000 nervi che lo rendono particolarmente sensibile al tatto. È il doppio delle terminazioni nervose nel glande di un pene. Il clitoride è in realtà vicino a 4 pollici di lunghezza, ¾ di cui è nascosto alla vista all'interno del corpo di una femmina. È come un tesoro sepolto. Un orgasmo clitorideo può provocare da tre a 16 contrazioni e può durare da 10 a 30 secondi. Lo sapevi che la parola "Clitoride" deriva dal greco "chiave"? Comprendere e conoscere il clitoride può sbloccare la tua vita sessuale per sempre. Il clitoride fa parte della rete erettile femminile, che include la spugna uretrale o punto g.

#2 Orgasmo vaginale

La maggior parte delle donne (70%) non riesce a raggiungere l'orgasmo dalla sola penetrazione vaginale. Tuttavia, quando gli orgasmi vaginali si verificano, illuminano una parte diversa del cervello rispetto agli orgasmi del clitoride, secondo studi condotti su donne che si masturbano in una macchina (fMRI). Un altro ricercatore ha scoperto che una parte della vagina (dove si trova il punto G) è inestricabilmente collegata alle parti interne del clitoride. Pertanto, gli orgasmi "vaginali" potrebbero essere orgasmi clitoridei con un altro nome.

#3 Orgasmo del punto G

Il punto G è una zona erogena orgasmica sulla parete anteriore della vagina ed è composta dalla spugna uretrale e dalla rete erettile femminile. Si gonfia all'eccitazione e si dice che gli orgasmi del punto G siano più intensi, più duraturi e più corposi degli orgasmi del clitoride. Colpire il punto G può anche provocare l'eiaculazione femminile.

#4 Orgasmo della Cervice

La cervice stessa, si trova nella parte posteriore della vagina, oltre il punto G. È l'ingresso dell'utero di una donna e sporge nella vagina, come un bottone arrotondato, simile alla testa di un pene. Gli orgasmi cervicali sono stati descritti come orgasmi più profondi, corposi, spirituali, espansi come un'esperienza di formicolio estatica o "una pioggia di stelle". Mentre gli orgasmi del clitoride hanno un picco e un rilascio rapidi, il punto G e l'orgasmo cervicale arrivano in ondate di beatitudine, con una sensazione piacevole che può durare per ore.

#5 Orgasmo del punto U

Il punto U è una zona erogena altamente sensibile che può creare forti orgasmi e partecipa anche all'eiaculazione femminile. Si trova nella vulva, appena sopra la vagina e sotto il clitoride, che circonda l'apertura dell'uretra (sopra e su entrambi i lati) come una U capovolta ed è un fascio altamente sensibile di nervi e tessuto erettile. Il modo migliore per stimolare il punto U è tramite il sesso orale, mentre lo lecchi dolcemente come un cono gelato.

#6 Orgasmo anale

L'apertura dell'ano e il canale anale sono zone erogene distinte, ricche di terminazioni nervose e super sensibili alla stimolazione e alla penetrazione. Il bocciolo di rosa, o apertura anale, gode di un morbido massaggio sensuale con molto lubrificante. L'ano stesso dovrebbe essere penetrato molto lentamente in base alle preferenze del ricevente. La stimolazione dell'ano, del perineo e del retto può coinvolgere i nervi pelvico e pudendo, che sono implicati nella risposta orgasmica.

#7 Orgasmo orale

Le donne possono provare un orgasmo alla gola durante il sesso orale su un uomo, in particolare quando fanno gola profonda mentre fanno un pompino . La gola è collegata al nervo vago, alla cervice e all'utero, secondo i ricercatori dell'orgasmo Beverly Whipple e Barry Komisaruk, che possono innescare orgasmi. A quanto pare, cantare o emettere suoni potenti a volte può "portare a orgasmi più duraturi e potenti e persino all'eiaculazione femminile". La bocca e la gola sono zone erogene altamente sensibili che contengono più terminazioni nervose rispetto alla vagina.

Ricerche correlate: orgasmo femminile, orgasmo femminile 7 cose da sapere, orgasmo clitorideo, orgasmo vaginale, orgasmo del punto g, orgasmo della cervice, orgasmo del punto u, orgasmo anale, orgasmo orale.